IL MIO SECONDO ROMANZO

Il mio secondo romanzo s'intitola La gabbia criminale, disponibile in libreria da metà ottobre 2010. Editore: Eclissi Editrice. Per saperne di più clicca qui: La gabbia criminale.

IL BOOK-TRAILER DE LA FOSSA COMUNE

<

mercoledì 12 novembre 2008

martedì 11 novembre 2008

Presentazione del libro alla libreria Odradek di Milano

Venerdì 14 novembre, alle ore 18:00, alla libreria Odradek di Milano (in via Principe Eugenio, 28), Sandro Orlando, giornalista de "Il Mondo", presenterà il libro "La fossa comune" di Alessandro Bastasi. Sarà presente l'autore.

Recensione di eleU - http://www.anobii.com/eleu/books

Il libro dell'inquietudine di Vittorio Ronca.  Si sarebbe potuto intitolare così l'ottimo romanzo di Alessandro Bastasi, se non ci avesse pensato qualcun altro.

Questo libro si basa sulla storia di una persona: il protagonista è talmente vivo, ben descritto, ricco di sfaccettature positive e negative e calato nella realtà da essere più di un personaggio. Uomini come Vittorio ne ho conosciuti: sempre pronti ad inseguire con entusiasmo un sogno, un ideale, un obiettivo più o meno realistico, per poi perdere ogni spinta fino alla prossima idea per sentirsi vivi. 
Vittorio è però coerente nelle proprie scelte, sebbene per compiacere gli altri si sforzi, soprattutto in gioventù, di "omologarsi" a modo suo.

E' una persona, appunto e, se pensiamo all'etimo di questa parola, usa delle maschere, come tutti del resto. Ma siamo tanto più felici e realizzati quanto più la nostra maschera è corrispondente a ciò che siamo. Così l'affascinante Vittorio è contento quando riesce a fare effettivamente ciò che desidera, giusto o sbagliato che sia, a vivere con pienezza il proprio presente che, in fondo, è tutto ciò che abbiamo.

Bellissimi e interessantissimi i riferimenti al teatro (le "bellissime utopie" degli anni '60-'70) e alla storia contemporanea.

Una struttura solida e senza cedimenti e momenti di "stanca", una scrittura piacevole ed esperta.

La storia e certe complessità della psicologia del protagonista mi hanno ricordato un po' il bel film di Dino Risi, "Una vita difficile".

lunedì 10 novembre 2008

Speed Read del 3 ottobre scorso

Su YouTube la mia presentazione del libro allo Speed Read organizzato a Milano il 3 ottobre scorso dall'Associazione Servizi Culturali.

sabato 8 novembre 2008

Nuova recensione del libro

1949paperina, in http://www.anobii.com/anobi/forum_thread.php?tid=10426&pid=130&lid=#new_thread, scrive:

Mi è piaciuto moltissimo il romanzo di Alessandro, che riesce ad intrecciare la vita reale del protagonista, intrisa di sogni, pensieri e scontri con una realtà allo sfacelo, con le vicende di un'Unione Sovietica non più tale, negli anni tra il 1991 ed il 1993. Bella la prima parte, cui ne seguono altre in periodi diversi che si incastrano uno nell'altro, in un crescendo di tensione. Ancora più belle le parti successive, dove Vittorio (il protagonista) mette a nudo il suo essere. Forse perchè gran parte dei suoi ideali li ho vissuti in prima persona, l'ho trovato un personaggio molto positivo, unica pecca - forse - il non essere stato capace di far comprendere alle persone a lui vicine la sua vera natura, l'importanza di quanto sentiva senza riuscire ad esprimerlo. Il titolo è fuorviante eppure talmente essenziale da riuscire, in sole tre parole, a descrivere tutta la profondità ed in fondo l'inadeguatezza al mondo attuale di Vittorio. Tre parole il cui significato soltanto la fine del libro rivela, tre parole per cui - fosse possibile - assegnerei ad Alessandro la quinta stellina.
Vorrei aggiungere che vale davvero la pena di leggerlo!